Giochi, Ginestra (Agisco): “Rete in crisi, chiederemo sospensione dell`imposta unica“

10/12/2013 Ore 16:09

Giochi, Ginestra (Agisco): “Rete in crisi, chiederemo sospensione dell`imposta unica“

ROMA – “La rete è sull`orlo del baratro. Stiamo provando ad arginare il fenomeno ma non abbiamo potere. Possiamo, però, proporre all`Agenzia delle Dogane e dei Monopoli delle soluzioni, ma servono misure urgenti. Siamo nella crisi più nera e più profonda“. Così Francesco Ginestra presidente di Agisco (Associazione Giochi e Scommesse), nuovo nome dell`Associazione Assosnai, nel corso della tavola rotonda “Agire a tutela della legalità“, che si sta svolgendo a Roma. Ginestra ha lanciato nuovamente l`allarme sullo stato della rete legale e ha chiarito: “O ci viene restituito tutto quello che fino a oggi abbiamo pagato, e che i Ctd non hanno mai pagato, o dal 1 gennaio 2014 dichiareremo lo stato di crisi, chiedendo la sospensione dell`imposta unica e di dimezzare i costi di concessione. In caso contrario saremo costretti a tirarci indietro“. CR/Agipro

www.agipronews.it | agipro@agipro.it

Giochi, Fanelli (Monopoli): “Da marzo più di mille controlli sulla rete illegale“

10/12/2013 Ore 16:08

Giochi, Fanelli (Monopoli): “Da marzo più di mille controlli sulla rete illegale“

ROMA – «Lo scorso marzo abbiamo creato una sezione accertamento e controlli sul settore dei giochi e da allora abbiamo effettuato più di mille verifiche sulla rete illegale». Roberto Fanelli, direttore giochi dell`Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è intervenuto nel corso della tavola rotonda “Agire a tutela della legalità“, a Roma. «E` un numero relativamente alto, considerato che abbiamo iniziato da poco, ma sappiamo bene che il fenomeno è più accentuato. L`emanazione di linee guida dove per la prima volta l`obiettivo è di controllare in misura prioritaria il mondo dell`illegale è stato il primo passo». Fanelli spiega anche che nel sostegno alla rete legale «abbiamo dato grande importanza alla gara per i 2000 punti, per togliere l`alibi a chi dice che in passato è stato discriminato per poi partire in azioni di contrasto». Le priorità per il futuro «è pensare a una strategia che possa contrastare fenomeno illegale. Dobbiamo ridurre il gap con la rete legale attraverso una norma che metta entrambe sullo stesso piano a livello di tassazione. Inoltre abbiamo impostato con la Guardia di Finanza una serie di iniziative indirizzate a rete illegale, come i controlli sull`aspetto fiscale e su autorizzazione di polizia. E` però importante che anche la rete legale subisca controlli. Sappiamo che sta soffrendo e c`è poco tempo per arrivare a risultati concreti, ma certe attività richiedono tempo». CR/Agipro

www.agipronews.it | agipro@agipro.it

“Giochi, Giorgetti (sottosegr. Economia): “Impegno del Governo a riaffermare il settore

10/12/2013 Ore 15:31

“Giochi, Giorgetti (sottosegr. Economia): “Impegno del Governo a riaffermare il settore

ROMA – “Oggi il problema riguarda la sopravvivenza del settore, ci sono tanti impegni da rispettare e i volumi stanno calando sempre più. Chi vuole difendere la legalità deve avere la forza di farlo e non siamo noi a dover subire la disparità. Il Governo deve legiferare, non vogliamo aiuti di nessun tipo, ma vogliamo i nostri incassi, che sono stati tolti a noi e all`erario dai Ctd“. Così il presidente di Assosnai, che proprio da oggi ha cambiato nome in Agisco (Associazione Giochi e Scommesse), Francesco Ginestra nel corso della tavola rotonda “Agire a tutela della legalità“, che si sta svolgendo a Roma. A rappresentare il Governo nel corso del dibattito il sottosegretario all`Economia, Alberto Giorgetti, che, in collegamento telefonico, ha subito spiegato: l`iniziativa di Agisco “rientra in momento importante per gli operatori del settore messi alla prova in un periodo in cui fanno fatica a fare il salto di qualità e devono fare i conti con l`opinione pubblica del paese. A oggi il Governo vuole riaffermare il settore, non siamo disponibili a cedere sul fronte dell`illegalità e un possibile smantellamento del settore rischia di aprire nuovamente le porte all`illegalità“. “C`è la delega fiscale – ha ricordato Giorgetti – che consentirà di riscrivere le regole normative di un settore che ha avuto crescita rilevante. Ma ora è necessario uscire da questa fase di stallo“. Sulla questione dei Ctd, poi, il sottosegretario ha chiarito che c`è la necessità di razionalizzare gli impegni da parte del Governo, affrontare con efficacia la questione perché ne va della sopravvivenza di un settore importante. Da parte mia – ha concluso – c`è la piena disponibilità a recepire contributi di Assosnai: dateci una mano a tenere in piedi sistema di gioco in Italia perché c`è il rischio di fare passi indietro“. CR/Agipro

www.agipronews.it | agipro@agipro.it

Giochi, Francesco Ginestra (Agisco): “Da agenzie non autorizzate almeno 100 milioni in meno per l`erario“

10/12/2013 Ore 15:45

Giochi, Francesco Ginestra (Agisco): “Da agenzie non autorizzate almeno 100 milioni in meno per l`erario“

ROMA – “Sono 5 mila le agenzie illegali in Italia, ma il numero secondo me è superiore e i punti non autorizzati valgono almeno 100 milioni di euro in meno per l`erario“. Lo ha evidenziato il presidente di Agisco (Associazione Giochi e Scommesse), nuovo nome dell`Associazione Assosnai, Francesco Ginestra nel corso della tavola rotonda “Agire a tutela della legalità“, che si sta svolgendo a Roma. “La rete parallela – ha specificato Ginestra – ha superato il nostro numero di punti vendita, portandoci via i clienti senza pagare le tasse come facciamo noi. I Ctd continuano ad alzare la testa, loro hanno più prodotti di noi, noi o licenziamo o chiudiamo. Ora noi partiamo con le scommesse virtuali, che loro hanno già da tempo“.

“Gli oneri concessori sono tanti, ma cerchiamo di far crescere i volumi di raccolta. – ha aggiunto il presidente di Agisco – Vogliamo arrivare al 2016 in salute. Vogliamo che la nostra professionalità e la legalità che abbiamo riportato nel settore vengano apprezzate. Oggi il problema dei concessionari è un problema comune, abbiamo rifondato l`associazione Agisco perché da oggi si agisce. Solo uniti si possono raggiungere i risultati per i quali combattiamo da anni“. CR/Agipro

www.agipronews.it | agipro@agipro.it

Agipronews: Giochi, Assosnai diventa Agisco: pronti a ribadire ruolo sociale e di garanzia della rete legale

Giochi, Assosnai diventa Agisco: pronti a ribadire ruolo sociale e di garanzia della rete legale

ROMA – Circa 3.000 negozi di scommesse autorizzati in Italia con concessioni dello Stato e oltre 4.500 negozi di scommesse collegati a operatori esteri privi di concessione italiana e della licenza di pubblica sicurezza e che raccolgono indisturbati scommesse sul territorio italiano. In questo contesto occorre ribadire il ruolo sociale e di garanzia che la rete legale svolge. Lo ha ricordato Francesco Ginestra nel corso dell`Assemblea di Assosnai che si è svolta questa mattina a Roma. L`Associazione è pronta a “un periodo di lotta considerando ormai scaduto il tempo assegnato ai regolatori per ripulire il territorio dalle reti illegittime“. Ginestra ha ottenuto la rappresentanza dell`Associazione per i prossimi tre anni con una rielezione plebiscitaria. L`Associazione ha, inoltre, deciso di cambiare il proprio nome da Assosnai in “AGISCO“ Associazione Giochi e Scommesse.

Nel corso dell`Assemblea è stata ribadito lo stato attuale del mercato in Italia con “poco più di trenta concessionari autorizzati per raccogliere gioco via internet e centinaia di siti `.com` collegati a operatori privi di concessione italiana“. “E lo Stato non ha messo in atto misure adeguate a bloccare questa situazione. – si legge in una nota di Agisco – Tutto ciò ha messo in seria crisi le imprese operanti nel settore e a rischio licenziamento 25.000 addetti del comparto“. In crisi anche “l`ordine pubblico, la fede pubblica e la salute pubblica, ragioni per le quali sono state rilasciate pubbliche concessioni dello Stato Italiano. E` per questo che Agisco – concludono dall`Associazione – ha dichiarato pubblicamente illegittime le somme pretese da Adm a titolo di Imposta Unica sui giochi e ne rivendica l`immediata restituzione“.

ASSEMBLEA ASSOSNAI E TAVOLA ROTONDA CON LE ISTITUZIONI

AGIRE A TUTELA DELLA LEGALITA’

RIORDINO  RETE  RACCOLTA  GIOCHI  PUBBLICI  E  CONTRASTO  RETI IRREGOLARI

  

MARTEDI’ 10 DICEMBRE 2013

SALA ORLANDO CONFCOMMERCIO

PIAZZA G.G. BELLI 2 ROMA (trastevere)

 

 

Ore 11.00

Assemblea Associati Assosnai

Programma Associativo 2014

Lodo Di Majo e Corte Costituzionale

Cambio Nome Associazione

Statuto Associativo

Elezione Organi Associativi

 

Ore 15.00

Tavola Rotonda

Dott. Francesco Ginestra – Presidente Assosnai

On. Alberto Giorgetti – Sottosegretario Stato Economia con delega Giochi

On. Giuseppe Castiglione – Sottosegretario Stato Agricoltura

Cons. Italo Volpe – Direttore Centrale Normativa Agenzia Dogane Monopoli

Dott. Roberto Fanelli – Direttore Giochi Agenzia Dogane Monopoli

 

Moderatore: Nicola Tani, Vice Direttore Agipronews

 

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Mail: segreteria@assosnai.it – fax: 0668300445 – tel: 0668300441/2