Gentile Associato, caro collega

Ho incontrato ieri il nuovo Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dott. Benedetto Mineo per affrontare le problematiche della rete dei Negozi di raccolta di Gioco Pubblico dello Stato.

Nell’incontro ho ribadito la necessità di un sempre maggiore dialogo franco, costante e costruttivo tra l’Ente regolatore e la Rete dei Negozi di Gioco, formata principalmente da centinaia di piccole e medie imprese di Concessionari e Gestori che fungono da “sentinelle” delle Stato nella tutela della legalità, nella salvaguardia della salute pubblica e nel mantenimento delle entrate erariali e ho ricordato che la nostra rete è fondamentale per lo Stato che, contando sulla professionalità degli operatori, può sottrarre il Gioco legale dalle mani della criminalità organizzata.

Ho chiesto al Direttore Mineo di sostenere l’intero settore che oggi teme di essere depotenziato e svalutato da normative che, pur perseguendo nobili obiettivi di tutela dei cittadini dai possibili rischi del Gioco d’azzardo Patologico, fortemente condivisi dalla nostra categoria, finisce per consegnare il gioco e la salute dei cittadini nelle mani di operatori illegittimi o addirittura illegali, evidenziando che  il “distanziometro” può essere lodevole nelle sue intenzioni ma è dannoso nei suoi effetti.

Nell’incontro ho inoltre ricordato al Direttore che la rete è in forte sofferenza per il trascinarsi da anni di contenziosi in materia di quote di prelievo e minimi garantiti, che hanno portato al dissesto centinaia di piccole imprese e hanno causato l’uscita dal mercato di operatori storici, impoverendo il settore dell’esperienza che serve a tutelare i giocatori.

Ho trovato nel Direttore Mineo un interlocutore attento e preparato, con il quale abbiamo appena iniziato un dialogo che sono certo produrrà importanti risultati.

Un cordiale saluto.

Francesco Ginestra

Lascia un commento