Comunicato Stampa AGISCO di appoggio alla manifestazione regionale della Puglia del 29 maggio 2019

A.GI.SCO.: in Puglia lo Stato ha decido di abdicare al proprio ruolo di tutela del cittadino giocatore; L’entrata in vigore della legge 43/2013 porta all’espulsione del Gioco Pubblico ed all’azzeramento di qualsiasi tutela del pubblico. Appoggio alla manifestazione promossa dalle Organizzazioni Sindacali per il 29 maggio 2019 a Bari.

Il 15 giugno 2019 è prevista l’entrata in vigore definitiva della Legge 43/2013 della Regione Puglia, che sancisce l’espulsione del Gioco Legale nella Regione, introducendo il divieto per i locali di gioco esistenti alla data di approvazione della Legge di vendere i Giochi Pubblici ad una distanza di 500 metri da luoghi considerati “sensibili”, il cosiddetto “distanziometro”.

Questa norma”, dichiara Francesco Ginestra, Presidente A.GI.SCO. Associazione Giochi Scommesse –  “lungi dal produrre effetti sulla sbandierata tutela della salute pubblica, porta solo allo smantellamento della rete legale dei concessionari di giochi e scommesse, alla consegna del Gioco nelle meni della criminalità organizzata, a lasciare  a casa gli oltre 20.000 occupati del settore e all’abbandono dei giocatori problematici, che non saranno più seguiti da personale competente”

Già lo scorso 30 ottobre” – prosegue Ginestra –  “gli associati AGISCO sono scesi in piazza i lavoratori del comparto denunciando la demagogia del distanziometro e evidenziando studi e perizie che hanno dimostrato che il problema del gioco d’azzardo patologico non lo si risolve spostando a 501 metri un locale di gioco, ma che ciò che serve è potenziare il ruolo degli attuali operatori per presidiare il territorio dal gioco illegale e per dotarli di maggiori strumenti di prevenzione nei confronti dei giocatori”.

Per le stesse ragioni A.GI.SCO ha invitato nuovamente tutte le imprese Associate di tutta Italia a sostenere la manifestazione del 29 maggio, partecipando all’incontro e, comunque, sospendendo l’attività di accettazione di tutti i Giochi Pubblici dalle ore 10.00 alle ore 13.00 di mercoledì 29 maggio 2019.

Giochi, Agisco: “Dal Governo solo demagogia, sosterremo protesta della Fit”

Giochi, Agisco: “Dal Governo solo demagogia, sosterremo protesta della Fit”

Giochi, Agisco: “Dal Governo solo demagogia, sosterremo protesta della Fit”


ROMA – «L’attuale Governo ha fatto della lotta al gioco il proprio cavallo di battaglia, ma è solo demagogia». E’ quanto dichiara Francesco Ginestra, Presidente dell’associazione Agisco, in una nota che annuncia il sostegno alla manifestazione convocata per domani dalla Federazione Italiana Tabaccai. «E’ grazie a questo atteggiamento che gli Enti Locali hanno introdotto norme che, pezzo a pezzo, stanno portando all’espulsione del gioco legale dal territorio nazionale, con l’introduzione di distanziometri scellerati e di fasce orarie disparate, provvedimenti che lungi dal curare la ludopatia stanno unicamente facendo spostare il gioco dalla rete legale a quella illegale – dice ancora Ginestra – E’ necessario che il Governo ascolti le voci dei propri operatori, delle piccole e medie imprese italiane che rappresentiamo e che sono quotidianamente a contatto con i cittadini, affinché si inizi un dialogo costruttivo: è triste veder mortificata una categoria che oltre a garantire la legalità porta ingenti risorse nelle casse dello Stato. E’ per tale ragione che la nostra Associazione si affianca alla FIT nella protesta di domani». 
RED/Agipro

La notizia è stata pubblicata sulle seguenti testate: